Benvenuto nella nostra Growth Hacking Academy. In questa lezione affronteremo uno dei dubbi amletici di chi si avvicina al mondo dei CMS: Joomla vs WordPress? WordPress vs Joomla? Prova a interrogare un qualsiasi rappresentante della comunità dei webmaster, che con queste piattaforme lavorano quotidianamente, e nessuno ti darà la stessa risposta.

Ognuno individuerà in modo diverso i pro e contro di Joomla, così come i limiti di WordPress. E se dovessimo poi passare da Worpress a Joomla? Avremmo speranze di sopravvivenza?

 

joomla vs wordpress

Free image from Pixabay

 

Noi abbiamo una nostra idea maturata in anni di esperienza e centinaia di siti realizzati (come saprete l’academy è un progetto della nostra Web Agency con la quale realizziamo siti web e siti web low cost). Ma proviamo a ragionare un po’ insieme per cercare di capire come siamo arrivati alla nostra conclusione.

Prima di partire con le nostre considerazioni ti ricordiamo che proprio qui, nella nostra Growth Hacking Academy che, anche grazie a te continua a crescere, puoi fare growth hacking su te stesso in modo piacevole, ma approfondito. Non perderti nemmeno una delle nostre lezioni. Oggi vorremmo consigliarti  Growth Hacking tools e Migliori libri sul Growth Hacking per entrare in modo pratico nel mondo della crescita.

Ma non perdiamo altro tempo e vediamo se vince Joomla o WordPress.

 

Ti serve una lista dei tool per fare Growth Hacking?

Hai bisogno di tool per far crescere il tuo business? Vuoi utilizzare il Growth Hacking per i tuoi clienti e vuoi capire che tool hai a disposizione? Nessun problema, ti diamo noi la lista completa. GRATIS!

 

Che cos’è una piattaforma CMS

Iniziamo con il dire che sia Joomla sia WordPress sono delle piattaforme CMS, dove CMS sta per Content Management System. In realtà sono le due piattaforme CMS più diffuse al mondo, a cui segue con un buon distacco Drupal che, pur essendo potentissimo e utilizzato da fior di professionisti, non gode della stessa popolarità. Difficilmente sentirai infatti porre la domanda “è meglio Drupal o WordPress” o “è meglio Drupal o Joomla”.

Ad ogni modo un CMS altro non è che un software installato su un web server, pensato per gestire i contenuti di siti internet e blog, amatoriali o professionali, fino ad arrivare a elevati gradi di complessità come per esempio gli e-commerce.

 

Sito web

Free image from Pixabay

 

I sistemi CMS hanno generalmente la caratteristica di poter essere facilmente utilizzati dal cliente finale, il quale potrà operare in autonomia per la pubblicazione dei contenuti. Naturalmente lo studio e la realizzazione di siti di una certa complessità richiedono l’intervento e l’esperienza di uno o più professionisti. Terminata la fase iniziale di impianto l’utente finale potrà poi camminare con le sue gambe e questo non è cosa da poco.

I CMS hanno inoltre l’indubbio vantaggio di permettere la realizzazione di siti internet ad un costo nettamente inferiore rispetto a quello necessario per realizzare siti web completamente tramite codice come avveniva prima dell’avvento delle piattaforme CMS.

E fin qui siamo pari. Vediamo allora un po’ più in dettaglio le caratteristiche dei due CMS per continuare la nostra gara Joomla vs WordPress.

 

WordPress

 

wordpress cms

Free image from Pixabay

 

Perché nasce

Iniziamo con WordPress per una semplice questione anagrafica, è nato qualche anno prima rispetto al concorrente. Correva l’anno 2003 quando WordPress fu lanciato principalmente per soddisfare le esigenze dell’editoria e del blogging.

 

Come è cresciuto

Se fino al 2009 era secondo rispetto al competitor Joomla, con il passare degli anni ha rimontato grazie alla crescita continua della community e ad una produzione continua di temi, template grafici estensioni, plugin sempre più sofisticati, di semplice utilizzo e in grado di coprire tutte le esigenze di un sito internet.

La sua popolarità è stata rafforzata anche dalla presenza sul mercato di WordPress.com (vai al sito) la versione che sfrutta la piattaforma online di WordPress evitandoti la preoccupazione di installazioni e scelta di piani di hosting e consentendo a un completo neofita di realizzare in pochissimo tempo un sito semplice dall’aspetto accattivanta, ma con tantissime limitazioni a livello di personalizzazione oltre al fatto che potrai utilizzare un dominio di terzo livello (del tipo https://studioPincoPallino.wordpress.com/) che dal punto di vista professionale non è proprio il massimo.

Francamente nel 2019, quando tutti i servizi di hosting offrono già l’installazione pronta del CMS, il comodo pannello di controllo e data la marea di template grafici disponibili, WordPress.com a nostro avviso non rappresenta più un punto di forza e non lo consiglieremmo a nessuno così come non consiglieremmo Wix. Oddio non complichiamo le cose con Worpress vs Wix! Magari ne parleremo in un’altra lezione dell’academy.

 

I pro di WordPress

  • Ideale per i principianti: la curva di apprendimento è molto rapida, è facilmente personalizzabile, dispone di una enorme quantità di template grafici che permettono di realizzare rapidamente siti dall’aspetto professionale.
  • La piattaforma WordPress viene migliorata ed aggiornata continuamente e non ci sono limiti alle sue potenzialità.
  • La scelta dei temi WordPress è praticamente infinita: puoi scegliere tra i temi quello che più ti piace e meglio si adatta alle tue esigenze.
  • siti internet realizzati con WordPress hanno back end facilmente navigabili e accessibili dagli utenti finali grazie a menu molto intuitivi.
  • I plugin per WordPress sono numerosissimi e coprono ormai qualsiasi esigenza, dalla creazione di newsletter alla gestione del sito lato SEO con il mitico Yoast e consentono di fare tutte le integrazioni che si rendono necessarie durante lo sviluppo di un sito web.
  • Nascendo per il blogging dispone nativamente di un ottimo sistema di gestione di articoli, post, tag, clouds, commenti.
  • SEO friendly? Molti riconoscono questa caratteristica a WordPress che sicuramente possiede, ma nella gara Joomla vs WordPress si è raggiunta una situazione di quasi parità.
  • siti realizzati con WordPress sono integrabili con tutti i social network (Facebook, Linkedin, Twitter, Instagram…).
  • La comunità WordPress è sconfinata e continua a crescere. Questo garantisce che non ci sia domanda o dubbio che non trovi una valida risposta in rete. Per non parlare della quantità di tutorial, demo e video disponibili.
  • La maggior parte dei siti al mondo è realizzata con WordPress, si parla di almeno il 30% contro un 2% di siti realizzati in Joomla e il divario è destinato ad aumentare nei prossimi anni. Conoscere bene WordPress permetterà di prendere in carico in modo più produttivo eventuali siti già esistenti in quanto con buona probabilità saranno realizzati con questa piattaforma. Allo stesso tempo sarà più facile trovare una collocazione lavorativa se questo è l’obiettivo.

 

I contro di WordPress

  • Se i temi WordPress vincono per quantità e qualità, non sono altrettanto affidabili in termini di aggiornamento, almeno non tutti. Il problema è facilmente superabile affidando la  scelta dei temi a un professionista per evitare di trovarsi con un sito finito e già ricco di contenuti con problemi di aggiornamento.
  • La caratteristica negativa su cui molti concordano sono i cosiddetti buchi di sicurezza. Noi riteniamo si tratti un po’ di una leggenda metropolitana anche perché, essendo i siti WordPress più diffusi, sono ovviamente anche quelli più frequentemente presi di mira dagli hackers. Inoltre non dimentichiamoci che i firewall sono stati inventati proprio per bloccare eventuali attacchi. Ancora una volta ribadiamo il concetto che per un sito professionale è sempre bene non optare per il fai da te.

 

Ti serve una lista dei tool per fare Growth Hacking?

Hai bisogno di tool per far crescere il tuo business? Vuoi utilizzare il Growth Hacking per i tuoi clienti e vuoi capire che tool hai a disposizione? Nessun problema, ti diamo noi la lista completa. GRATIS!

 

Joomla (anzi Joomla!)

 

joomla cms

Free image from Pixabay

 

Perché nasce

Joomla (vero nome Joomla! con il punto esclamativo) nasce nel 2005 come spin off o, per usare un termine meno televisivo e più tecnico, fork del programma open source Mambo. Gli sviluppatori lo hanno concepito sin dall’inizio per essere adattabile a progetti di qualsiasi tipo, dimensione e grado di complessità.

 

Come è cresciuto

Fino al  2009 l’entusiasmo della comunità di sviluppatori che contribuiva alla continua crescita di Joomla lo ha reso il CMS numero 1 al mondo dopo di che non è riuscito a contrastare l’esplosione di WordPress.

 

I pro di Joomla

  • Nasce per gestire contenuti molto strutturati quindi è molto scalabile e la gestione del backend non si complica con l’aumento della complessità del sito e della quantità di contenuti.
  • La scelta dei temi Joomla e dei plugin per Joomla è sufficientemente vasta, sebbene non paragonabile a quella offerta da WordPress.
  • siti internet realizzati con Joomla sono multilingua nativi.
  • Joomla è fortissimo nella creazione di tutto ciò che è networking ed è particolarmente adatto per gestire forum e community anche molto complesse, ma anche in questo è ormai stato raggiunto dal concorrente.
  • Permette una profilazione degli accessi lato backend con una granularità molto fine.

 

I contro di Joomla

  • La curva di apprendimento è più lunga rispetto a WordPress.
  • Sempre meno professionisti lo scelgono e sempre meno clienti lo richiedono quindi, dovendo investire nella propria formazione, riteniamo non sia conveniente puntare su questo CMS.
  • Un sovraccarico di dati può comportare un sensibile rallentamento del sito.
  • Spesso il software di plugin, moduli, e componenti nuovi non è retro compatibile con le versioni precedenti del CMS.

 

Joomla e WordPress: i punti in comune

  • Sono open source quindi essenzialmente gratuiti.
  • Quasi tutti i provider offrono già l’installazione dei due CMS.
  • Il sito Altervista permette di provarli entrambi con dominio di terzo livello, ma a costo zero. Tutti abbiamo fatto le nostre prove su Altervista ed è stata una buona palestra per capire cosa scegliere sia a livello di CMS, di temi,… prima di partire a livello professionale.
  • Possono appoggiarsi sul database MySql rimanendo svincolati in caso di cambio di CMS.
  • Non richiedono competenze in ambito di programmazione anche se, per entrambi padroneggiare linguaggi come html, php e javascript costituisce un plus che garantisce un maggiore controllo di tutti gli aspetti del sito.
  • Hanno alle spalle due valide community anche se quella di Joomla non è paragonabile a quella di WordPress.
  • Consentono la realizzazione di siti responsive, caratteristica oggi più importante che mai.
  • Permettono costi di realizzazione di siti web, blog e e-commerce abbastanza contenuti.

 

Chi è quindi il vincitore tra Joomla e WordPress?

Si dice che chi nasce con un background tecnico prediliga generalmente Joomla, mentre i marketers preferiscono WordPress.

Il nostro team è molto variegato e alcuni di noi provengono dal mondo Joomla ma francamente la nostra scelta cade in modo unanime su WordPress. Sia per come permette di lavorare, sia perchè spesso sono i clienti a richiederlo e non ultimo perché è molto più facile trovare collaboratori skillati su WordPress piuttosto che su Joomla e che quindi possono essere operativi immediatamente.

Se non sei convinto e parti da zero prova tu stesso a utilizzarli entrambi, valutane le caratteristiche e i risultati. Siamo convinti che ci darai ragione, ma rimaniamo sempre aperti ad altre opinioni. Scrivile nei commenti magari…

 

Conclusione

Siamo arrivati alla fine di questa lezione che ti ha permesso di conoscere che cosa sono le piattaforme CMS e come hanno rivoluzionato il mercato dei siti internet abbassandone i costi e rendendoli accessibili anche a realtà medio piccole.

Hai scoperto perchè e quando sono nati WordPress e Joomla. Hai imparato che il vero nome di Joomla è Joomla! Ti abbiamo fornito un prospetto semplice e chiaro dei pro e contro di WordPress e Joomla affinchè tu potessi pensare mentre leggevi alle caratteristiche del progetto che hai in mente e farti un’idea personale. Sei venuto a conoscenza della possibilità di provare entrambe le alternative gratuitamente sfruttando Altervista. Ti consigliamo caldamente di fare questa esperienza.

Abbiamo infine evidenziato gli aspetti che accomunano WordPress e Joomla e che forse smorzano un po’ i toni dell’eterna diatriba Joomla vs WordPress, anche se ormai il distacco fra i due è sempre più evidente.

E ti abbiamo dato schiettamente la nostra opinione su quello che per noi è il vincitore incontrastato di quel che rimane della gara: Worpress!

 

Se hai apprezzato l’approccio di questa lezione Joomla vs WordPress non perderti le prossime, qui nella tua Growth Hacking Academy preferita! Ti aspettiamo per continuare a crescere insieme e, non ci deludere: passa parola a tutti gli aspiranti growth hackers!

 

Vuoi una consulenza per far crescere il tuo business? Contattaci! Grazie al Growth Hacking studieremo e implementeremo la migliore strategia per raggiungere il tuo obiettivo.

Vuoi diventare un Growth Hacker? Contattaci! Valuteremo il corso adatto a te.

Vuoi chiederci info o parlare con noi? Contattaci! Siamo qui per questo.

  • Readers Rating
  • Rated 5 stars
    5 / 5 (11 )
  • Your Rating


Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *