Benvenuto in questa nuova lezione della nostra Growth Hacking Academy in cui affronteremo l’argomento HotjarCos’è Hotjar e a cosa serve, come utilizzarlo in modo efficace, quali sono le sue principali funzionalità, quanto costa Hotjar, vi sono delle valide alternative a Hotjar?

Siamo sicuri che te lo sarai chiesto o che troverai il tema di tuo interesse perché non a caso si è parecchio discusso in questi ultimi tempi della rapida diffusione di questo Growth Hacking tool.

In questa lezione chiariremo tutti i tuoi dubbi su Zapier, quindi non perdiamo altro e partiamo!

 

Ti serve una lista dei tool per fare Growth Hacking?

Hai bisogno di tool per far crescere il tuo business? Vuoi utilizzare il Growth Hacking per i tuoi clienti e vuoi capire che tool hai a disposizione? Nessun problema, ti diamo noi la lista completa. GRATIS!

 

Hotjar cos è?

Hotjar è un software all-in-one di visual analytics che permette di capire e monitorare le azioni che gli utenti compiono all’interno di in un sito web. Il tool, grazie alla combinazione di funzionalità di analytics e di feedback, fornisce a digital marketer e growth hacker degli utili insights sui quali basare, e nel tempo ottimizzare, la propria digital strategy.

Queste informazioni includono:

 

Analytics

  • registrazioni delle sessioni e rilevazione della loro durata media;
  • sorgenti di traffico;
  • frequenza di rimbalzo o bounce rate;
  • eye-tracking heatmaps dei click e delle azioni compiute;
  • pagine visitate, tempi di permanenza e di abbandono;
  • report sul funnel di conversione.

 

Feedback

  • feedback ottenuti da sondaggi;
  • incoming feedback;
  • questionari;
  • e molto altro ancora.

 

Nota: Cos’è la visual analytics? L’analisi visiva è un campo di indagine che si focalizza sul ragionamento analitico dei dati forniti da interfacce visive interattive.

 

Hotjar

Image from Hottjar.com

 

A cosa serve Hotjar?

Grazie alle sue numerose funzionalità, oltre a definire e monitorare la propria digital strategy, il tool Hotjar si rivela particolarmente utile per:

  • eseguire degli A/B testing;
  • eseguire delle analisi sui form;
  • ottimizzare il funnel di conversione;
  • ottimizzare pagine web e landing page per le conversioni;
  • migliorare la user experience degli utenti e l’engagement;
  • creare un customer journey che permetta di aumentare lead generation e vendite.

 

Ti serve una lista dei tool per fare Growth Hacking?

Hai bisogno di tool per far crescere il tuo business? Vuoi utilizzare il Growth Hacking per i tuoi clienti e vuoi capire che tool hai a disposizione? Nessun problema, ti diamo noi la lista completa. GRATIS!

 

Perché dovresti usare Hotjar?

Vediamo insiemi quali sono i vantaggi e svantaggi nell’utilizzo di Hotjar.

 

Vantaggi

Ecco 5 buoni motivi perchè dovresti usare il tool Hotjar:

  • benchè la tecnologia utilizzata sia evoluta e precisa, il tool è disponibile in versione base gratuita. E’ inoltre disponibile una versione “pro” a pagamento, ma ad un prezzo economicamente vantaggioso;
  • è facile da settare e usare anche da utenti  che non hanno competenze tecniche o informatiche;
  • il servizio di customer care è facile da contattare e veloce nel rispondere;
  • attraverso un semplice editor è possibile costruire dei potenti sondaggi responsivi;
  • permette la rilevazione di dati e insights che la versione gratuita di Google Analytics non consente di ottenere.

 

Svantaggi

Hotjar, al pari di Google Analytics, è un ottimo tool per comprendere il comportamento degli utenti ma è ad esso complementare.

A differenza del secondo, Hotjar è infatti in grado di fornire maggiori dati qualitativi in merito alle visite “in page”. Di contro rispetto a Google Analytics, la rilevazione analitica dei dati è numericamente meno significativa e leggermente meno precisa.

Nonostante questo il suo utilizzo è diffusamente consigliato anche per siti complessi come gli ecommerce.

 

Come funziona Hotjar?

Dopo aver compreso cos’è Hotjar vediamo ora esattamente come funziona Hotjar.

Al pari di GA e degli altri software web analytics, per la rilevazione dei dati è necessaria l’installazione di un “codice di tracciamento” o “Hotjar tracking code” in ogni pagina del sito web. Il codice per funzionare carica sul server un file Javascript che da quel momento registra le varie interazioni ed invia i dati al server dove vengono elaborati e successivamente restituiti sotto forma di report.

Il primo passo è però quello di registrarsi sulla piattaforma e creare così il nostro Hotjar free account.

 

Come creare un account Hotjar?

Ecco i passi per creare un account su Hotjar:

  • vai sul sito Hotjar (qui) ed inserisci nei campi previsti dal form il tuo nome e cognome e un indirizzo mail, o utilizza per la registrazione il tuo account Google;
  • clicca su “let’s get started”;

 

AB testing

Image from Hotjar.com

 

  • inserisci la password ed accetta i termini d’uso;
  • specifica il ruolo ed il nome della tua organizzazione e clicca su “next”;
  • inserisci la URL del sito per il quale vuoi utilizzare il tool e specifica la tipologia;
  • clicca su “start using hotjar” per terminare la registrazione.

 

Come installare Hotjar tracking code?

L’installazione guidata di Hotjar porterà alla generazione del codice di tracciamento.

Ottenuto dal sistema l’Hotjar tracking code, il passo successivo è quello di inserirlo su ogni pagina del sito web. L’inserimento del codice può essere eseguito manualmente direttamente sul tuo sito (se non sai come si fa fatti aiutare da un programmatore), tramite Google Tag Manager (ecco come) o altri sistemi di tag management o tramite il plugin Hotjar per wordpress (video tutorial).

Per l’installazione manuale riportiamo i seguenti elementi di dettaglio tratti dalla Hotjar install guide documentation (eccola):

  1. verifica se la tua piattaforma è compatibile con Hotjar;
  2. vai sulla tua “lista di siti” e clicca sul pulsante “tracking code” per il sito che vuoi tracciare;
  3. clicca su pulsante a destra “copy to clipboard”;
  4. incolla il codice nella sezione “head” del tuo sito web;
  5. spunta “aggiungi il tracking code al template del tuo sito web” in modo che ogni pagina venga tracciata;
  6. dopo pochi minuti verifica dalla dashboard del sito se il codice è stato installato correttamente.

 

 

Come usare Hotjar?

Una volta eseguito il primo accesso (o l’Hotjar login per un accesso successivo) viene visualizzata la dashboard.

Sulla parte sinistra dell’interfaccia sono presenti i vari report, mentre nella parte in alto a destra è presente un indicatore che segnala se il nostro indirizzo IP è bloccato e se il code tracking è funzionante.

 

Hotjar Report

Nella parte destra invece vengono visualizzate le attività recenti dalle quali è possibile con un click accedere direttamente ai relativi report.

Tra i report principali resi disponibili da Hotjar tool troviamo Analytics e Feedback.

 

ottimizzare le conversioni

Image from Hotjar.com

 

Analytics

Ecco i report Analytics di Hojar:

 

Heatmaps

Una heatmap, o mappa di calore, è una rappresentazione grafica di dati in cui i singoli valori relativi alle interazioni effettuate dagli utenti (movimenti del mouse, clicks, scroll, tap, ecc.) sono rappresentate tramite dei colori. Il rosso indica i punti o aree calde, quindi di maggiore interazione, seguito dal giallo e dal blu (punti freddi ai quali gli utenti hanno prestato minore attenzione).

Dalla dashboard del sito si può cliccare su “Heatmaps” per accedere alla relativa bacheca e vedere quelle presenti. Dal menu a tendina di “view heatmaps” sulla destra è possibile metterle in pausa, condividerle, duplicarle, editarle, cancellarle o visualizzarle.

 

Heatmap

Image from Hotjar,com

 

Una volta aperta la heatmap, nella parte alta della pagina compaiono alcune opzioni quali la visualizzazione su desktop o device, il tipo di heatmap ed il suo download come file .jpeg.

 

Mappe di calore

Image from Hotjar.com

 

Ci sono diversi tipi di heatmaps su Hotjar:

  • Click heatmaps: mostra dove gli utenti stanno cliccando sulla pagina, quali sono le call to action (CTA) maggiormente cliccate, i prodotti più cliccati, i link più seguiti o i contenuti media che hanno destato loro maggiore interesse. Posizionando il mouse su un specifico punto della mappa vengono mostrati i relativi dati.

 

migliorare la user experience

Image from Hotjar.com

 

  • Move heatmaps: mostra i punti della pagina dove gli utenti hanno diretto il mouse ma sui quali non necessariamente hanno effettuato un click.

 

Website analytics

Image from Hotjar

 

  • Scrollmaps: mostra il punto sino al quale un utente ha eseguito uno scrolling su di una pagina. In questo caso la zona in rosso indica che quella sezione della pagina è stata vista da tutti gli utenti mentre quella in blu è stata vista da meno del 25% degli utenti. Questa mappa è quindi particolarmente utile ai fini SEO e SEM.

 

Scrollmap

Image from Hotjar.com

 

Visitor Recording

Questo report presenta diverse features che elenchiamo di seguito. Per per informazioni più dettagliate consultare la Hotjar documentation (qui).

  • Replay delle sessioni: permette di vedere il reale comportamento dei visitatori sul tuo sito web. Potrai vedere le registrazioni dei punti in cui gli utenti hanno cliccato, dove hanno mosso il mouse, i movimenti di scroll ed i percorsi (o path) che hanno seguito durante le sessioni.
  • Tag Recordings: permette l’etichettatura automatica delle registrazioni.
  • View user actions and take notes: vengono visualizzate in un breve testo le azioni compiute dagli utenti corredate da informazioni quali utente e ora oltre che note su possibili azioni da intraprendere.
  • Share Recordings with anyone: attraverso l’apposito bottone è possibile condividere facilmente le registrazioni.
  • Easily filter your Recordings: attraverso dei filtri è possibile filtrare le informazioni di interesse per contenuti, pagine di uscita e UTM source.
  • Suppress key strokes and text: questa funzionalità, nel caso in cui un utente inserisca delle informazioni sensibili, fa sì che queste vengano oscurate.

 

Analisi del sito

Image from Hotjar.com

 

Conversion Funnel

In quest’altro report di Hotjar viene mostrato se i visitatori del tuo sito web o ecommerce hanno trovato ciò che cercavano ed in quali pagine e step del conversion funnel questi hanno abbandonano il sito.

Questo naturalmente offre grandi opportunità di A/B testing e di miglioramento del conversion rate (CR).

 

Comportamento degli utenti sul sito

Image from Hotjar.com

 

Analisi dei form

Altro utile report nel quale viene mostrato come vengono utilizzati i form.

Dal report si ricavano utili informazioni come: quali campi del form i visitatori hanno lasciato in bianco, per quali campi occorre troppo tempo, quali campi sono stati ricompilati, perchè questi utenti hanno abbandonato il form e la pagina e molte altre informazioni ancora.

Queste informazioni ricavate con Hotjar saranno utilizzate per implementare azioni volte ad incrementare il tasso di completamento del form.

 

Sondaggi sul sito

Image from Hotjar.com

 

Feedback

Ecco i report Feedback di Hojar:

 

Feedback da sondaggi

Un modo per migliorare le performance e la user experience (UX) del sito web è quello di capire cosa vogliono gli utenti e fornire loro ciò che cercano ancora prima che questi lo esplicitino.

In tal senso si rivela utile la possibilità offerta da Hotjar di creare dei sondaggi con domande mirate rivolte ad un specifico target di utenti sia desktop che mobile. Il feedback che proviene dalle risposte fornite da questi utenti saranno mostrate nel relativo report.

 

Risorse utili:

Hotjar poll documentation (qui)

Quali domande chiedere (qui)

 

Incoming feedback

Questa funzionalità permette ai visitatori di lasciare facilmente dei feedback visuali istantanei su un sito o applicazione web.

Il report fornisce pertanto delle utili informazioni per capire cosa realmente piace o non piace agli utenti, aprendo così a nuove opportunità di miglioramento.

 

Feedback utenti sito

Image from Hotjar.com

 

Questionari

Altra utile funzionalità di Hotjar è quella che permette di realizzare dei sondaggi personalizzati attraverso un semplice editor e di raccogliere in tempo reale i feedback provenienti sia da desktop che da dispositivi mobile.

I sondaggi potranno poi essere condivisi tramite web link o email, oppure si potrà invitare gli utenti a fornire una risposta o obiezione prima di abbandonare la pagina o sito

Tra le funzionalità offerte vi sono le seguenti:

  • creare dei questionari cross device facili da utilizzare;
  • usare domande multiple che includono il Net Promoter Score (NPS);
  • invitare in modo facile i visitatori a partecipare;
  • visualizzare i risultati per ciascuna domanda.

 

Risorse utili:

Documentation (qui)

The ultimate guide to survey questions – with 50+ examples (qui)

 

Recruit test users

Hotjar può anche essere utilizzato per profilare e recrutare degli utenti ai fini della loro partecipazione a test e ricerche direttamente dal tuo sito.

Altrettanto facilmente si potranno vedere le informazioni socio demografiche dei partecipanti nonchè personalizzare i widget

 

Quanto costa Hotjar?

Hotjar prevede soluzioni diverse a seconda che l’utente sia una singola persona o studente, una azienda o una web agency.

Hotjar free è la soluzione più economica ma che presenta delle importanti limitazioni. La versione Hotjar Pro o Hotjar Plus è rivolta agli operatori del settore che necessitano di un più ampio margine di movimento mentre quella rivolta alle web agency è la più completa.

Per quest’ultime due opzioni è previsto un abbonamento mensile o annuale che varia dai 40$ ai 289$ al mese per i piani personal e business, mentre quello rivolto alle agenzie necessita di un contatto.

I piani di abbonamento prevedono l’utilizzo in prova per 15 giorni.

 

Quanto costa hotjar

Image from Hotjar.com

 

Hotjar alternative?

Sul mercato sono presenti delle valide alternative a Hotjar come quelle indicate nella figura sottostante che dispongono di funzionalità simili:

 

Hotjar alternative

Image from whitesharkmedia.com

 

Conclusione

Arrivati a questo punto hai sicuramente più chiaro cos è Hotjar, come funziona e come lo puoi utilizzare per il tuo sito web o ecommerce.

Con questa lezione hai avuto un’infarinatura su uno dei più utilizzati tool di Growth Hacking, ma forse quello che ancora non ti chiaro come integrare il tool nelle strategie di Growth Hacking. 

Per questo ti consigliamo di andare a vedere le precedenti lezioni della nostra Academy e di continuare a seguirci, nelle prossime lezioni andremo sempre più in profondità a trattare argomenti e tool Growth Hacking.

 

Rimani aggiornato con le lezioni della tua Growth Hacking Academy preferita!

 

Vuoi una consulenza per far crescere il tuo business? Contattaci! Grazie al Growth Hacking studieremo e implementeremo la migliore strategia per raggiungere il tuo obiettivo.

Vuoi diventare un Growth Hacker? Contattaci! Valuteremo il corso adatto a te.

Vuoi chiederci info o parlare con noi? Contattaci! Siamo qui per questo.

  • Readers Rating
  • Rated 4.9 stars
    4.9 / 5 (11 )
  • Your Rating


Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *